2016 ZFU Zona Franca Urbana 2023

Per presentare le domande di accesso alle agevolazioni, è necessario seguire i criteri, le modalità e i termini indicati nella circolare ministeriale del 31 marzo 2023, n. 156351. In allegato a tale circolare sono disponibili il modello di istanza e le informazioni relative all’intervento.

Le domande possono essere presentate tramite la procedura informatica dalle 12:00 del 2 maggio 2023 alle 12:00 del 24 maggio 2023.

Per soggetti amministrati da persone giuridiche, enti diversi dalle persone fisiche, studi professionali e associazioni tra professionisti, l’accesso alla procedura informatica richiede un accredito e la verifica dei poteri di firma del legale rappresentante. Le modalità e i termini per l’accredito sono indicati nella sezione “Procedura di accreditamento per imprese amministrate da persone giuridiche, studi professionali e associazioni tra professionisti”.

Categoria:

Descrizione

La circolare del 4 agosto 2017, n. 99473 fornisce istruzioni per richiedere agevolazioni per le imprese nei Comuni delle Regioni del Lazio, dell’Umbria, delle Marche e dell’Abruzzo colpiti dal terremoto a partire dal 24 agosto 2016.

La circolare del 15 settembre 2017, n. 114735 chiarisce i limiti annuali delle agevolazioni e apporta modifiche al modulo di richiesta. Altri chiarimenti vengono forniti dalla circolare del 7 novembre 2017, n. 163472 sul calcolo dell’importo dell’agevolazione.

Le circolari del 5 marzo 2018, n. 144220 e del 6 giugno 2019, n. 243317 stabiliscono modalità e termini di richiesta delle agevolazioni in base alle nuove leggi di bilancio. La circolare del 12 maggio 2021, n. 162876 apporta modifiche alla circolare del 29 marzo 2021 per estendere le agevolazioni alle nuove iniziative economiche. Le circolari ministeriali del 28 marzo 2022, n. 120680 e del 31 marzo 2023, n. 156351 stabiliscono termini e modalità per richiedere le agevolazioni per gli anni 2022 e 2023.

La zona franca urbana è definita dal decreto-legge n. 50/2017 e comprende i Comuni delle Regioni del Lazio, dell’Umbria, delle Marche e dell’Abruzzo colpiti dal terremoto. Le agevolazioni possono essere richieste tramite la procedura informatica indicata nei bandi.

Sono esclusi dalla possibilità di richiesta alcuni soggetti e le domande devono essere presentate nei termini indicati.

Le agevolazioni sono ottenute mediante riduzione dei versamenti effettuati tramite modello di pagamento F24. Sono stati istituiti codici tributo per l’utilizzo delle agevolazioni previste nelle diverse leggi di bilancio.

 

Maggiori Informazioni:
https://www.mimit.gov.it/it/incentivi/zona-franca-sisma-centro-italia